di Roberto Ferretti

E’ il festival cinematografico più longevo del mondo, e pure il più italiano, non solo perché batte bandiera tricolore bensì per il congenito caos organizzativo dal quale non riesce a emarginarsi. Tutto ebbe inizio nell’agosto del 1932, in pieno ventennio fascista, grazie a una intuizione del conte Giuseppe Volpi di Misurata (di qui l’omonima coppa Volpi il premio per le migliori interpretazioni maschili e femminili). Il palazzo del cinema ancora non esisteva e la piccola mostra del cinema si tenne sulla terrazza dell’Hotel Excelsior, bellissimo albergo in stile Moresco. La sera del 6 Agosto venne proiettato il primo film: “Il dottor Jekyll” di Rouben Mamoulian. La kermesse venne poi interrotta con la guerra e ripresa solo nel ’46. Nel frattempo i cugini d’oltralpe, che non erano dei pivelli, avevano già messo in piedi un concorrente temibile, il Festival di Cannes, costringendo Venezia a slittare a metà settembre.

Leggi il seguito in pdf

Leggi il seguito in html