Il "Maggio filosofico" di quest'anno è dedicato alla cifra del 3, ovvero ai tornanti della storia novecentesca negli anni che finiscono col 3. L'ultima serata è dedicata naturalmente al 2013, alla odierna situazione italiana. Le altre tre serate sono dedicate al 1933, l'anno di Roosevelt e del New Deal, ma anche dell'ascesa al potere del nazismo in Germania; al 1943, ovvero alla Resistenza; ed al 1983, l'anno in cui le idee della destra economica liberista vanno al potere nei principali paesi europei.

Scarica il programma qui

1

ELEZIONI 2013: SCENARI ELETTORALI

di Andrea Manganaro

Le elezioni politiche 2013 si decideranno al Senato. Come sempre, del resto, da quando c'è il “Porcellum”. L'attuale legge elettorale, così ribattezzata dal suo stesso ideatore Calderoli, prevede alla Camera l'assegnazione del 55% dei seggi (cioè 340) alla lista o coalizione che prende più voti a livello nazionale. I giochi sembrerebbero dunque già fatti in questo ramo del Parlamento, dato il consistente vantaggio accreditato al momento dai sondaggi alla coalizione di centrosinistra. Leggi il seguito in PDF

Un altro incontro per proseguire la nostra analisi sul tema del debito pubblico e delle sue ricadute in Italia ed in Europa: venerdì 23 novembre alle 19,30 presso la sala Walter Benjamin in via del Pratello, 53 a Bologna.

Toni Iero, responsabile Ufficio studi di un gruppo finanziario nazionale e redattore della rivista Cenerentola, presenterà il suo intervento sulle origini della crisi del debito pubblico e sulle possibili vie di uscita.

Giorgio Gattei, docente di Storia del pensiero economico all'Università di Bologna, presenterà il suo intervento sul ruolo della visione geopolitica tedesca nella crisi dell'Europa.

L'incontrò sarà preceduto da un aperitivo ad offerta libera.

Scarica il volantino qui